Breve Storia delle Favelas de Rio de Janeiro


Origine del nome Favela
L'origine del nome favela viene dalla Guerra di Canudos.
Il paese di Canudos che sfidò il governo federale fu costruito vicino ad una collina (morro).
Dopo la guerra del 1897 alcuni militari ritornando a Rio de Janeiro non ricevettero più il salario e ben presto si ritrovarono in gravi difficoltà economiche.
Senza risorse si stabilirono nel Morro della Providência in baracche provvisorie e presto questo luogo venne chiamato "Morro da Favela" prendendo il nome da una pianta ( favela appunto) resistente che cresceva in quella regione e causava forte irritazione a contatto con la pelle. Il 5 luglio 1909 il giornale Correio da Manhã scrisse sul Morro da Favela: "E' il luogo dove risiede la maggior parte delle persone valorose della nostra terra e che, esattamente per questo, per essere nascondiglio di persone disposte ad uccidere, per qualsiasi motivo, o anche senza alcun motivo, non hanno il minor rispetto del Codice Penale e nemmeno della Polizia che, le sia fatto onore, non va là se non nei giorni di grande confusione di questo villaggio indemoniato". Da questo articolo è facile capire come la favela da subito venne considerato luogo "pericoloso e fuori dal controllo della legge".
A partire dagli anni 20, tutte le abitazioni di baracche che vennero costruite sulle colline di Rio de Janeiro presero il nome di Favelas.

Favelas di Rio de Janeiro
L'inizio della favelas di Rio de Janeiro è in stretta realzione con la fine della schiavitù del XIX secolo quando una parte degli ex schiavi liberati si recò nella allora capitale federale fissando la propria dimora in luoghi senza alcuna infrastruttura.

Le favelas di Rio de Janeiro sono le più famose, alcuni si possono trovare nei migliori quartieri residenziali della città nella zona sud evidenziando il netto contrasto con le abitazioni lussuose presenti in questa area della capitale carioca.
Questo fatto è molto curioso in quanto nella maggior parte delle città del mondo ricchi e poveri abitano in quartieri e aree ben separate mentre a Rio de Janeiro è facile trovare favelas anche all'interno dei quartieri "noboli" della città.

Solitamente la Rocinha, situata nel quartiere carioca di San Corrado, è considerata la più grande favela dell'America Latina e probabilmente del mondo ma questa informazione è scorretta.
Infatti a Caracas, capitale de Venezuela, per esempio, esiste la favela di Petare che è circa tre volte più grande della Rocinha stessa.
Un'altra famosa favela de Rio de Janeiro, oggetto di molti programmi sociali e dell'estensione della rete di internet per la popolazione locale è la Favela di Santa Marta.
È bene ricordare che le favelas a Rio de Janeiro sono chiamate comunità e ne esistono decine sparse su tutto il territorio urbano.


Nome di alcune Comunità di Rio de Janeiro
Acari, Andaraí, Babilônia, Baixa do Sapateiro, Borel, Caixa d'Água, Cantagalo, Caracol, Cavalo de Aço, Chapéu Mangueira, Cidade Alta, Cidade de Deus, Complexo do Alemão, Coréia, Cruzeiro, Dona Marta, Duque de Caxias, Esperança, Faz Quem Quer, Formiga, Gávea, Jacarepaguá, Jacarezinho, Jorge Turco, Juramento, Madureira, Mangueira, Maré, Mineira, Morro Azul, Morro da Fé, Morro da Providência, Morro dos Macacos, Muquiço, Nova Holanda, Nova Iguaçu, Olaria, Palmeirinha, Palmeiras, Pavão-Pavãozinho, Queimados, Realengo, Rebu, Rio das Pedras, Rocinha, Santa Marta, Santa Teresa, São Carlos, Serrinha, Terreirão, Tijuca, Vidigal, Vigário Geral, Vila Aliança, Vila Isabel, Vila Kennedy.

Foto: Google Search

Condividi su Google Plus

About Diego Trambaioli

    Commenta con Google+
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta a Inviami notifiche per essere avvertito via email di nuovi commenti al post.