Manuale di Sopravvivenza del Gringo: Alcuni Suggerimenti per chi Vorrebbe Trasferirsi in Brasile.



Vivere in un altro paese, immergersi in una cultura differente senza perdere la propria personalità non è sempre facile. 
Quando lasciamo il nostro paese le aspettative e i sogni sono molti ma qualche volta succede che la realizzazione degli stessi sia solo parziale e, nella peggiore delle ipotesi, l’esperienza in terra straniera diventi un incubo. 

Non esistono ricette magiche per fare in modo che la vostra permanenza in Brasile sia perfetta ma alcune semplici informazioni unite a pensieri maturati nel corso della mia esperienza a Salvador (Bahia) potrebbero schiarire qualche dubbio e dare qualche certezza in più prima di affrontare il tanto desiderato “cambiamento di vita”. 

Abituatevi alla parola Gringo perché qui tutti gli stranieri sono “Gringos” ma se saprete farvi accettare sarete trattati con molta simpatia e affetto 

1) Se non conoscete il Brasile cercate di informarvi prima di partire e soprattutto scegliete la città dove vi piacerebbe vivere e venite a passare almeno un mese per conoscere direttamente pregi e difetti prima di trasferirvi direttamente. Nulla è più utile che l’esperienza di conoscenza diretta per la scelta della città che ci ospiterà per alcuni mesi o anni.

2) Pianificate molto bene l’investimento iniziale almeno per i primi sei mesi , ossia costi del viaggio, dell’affitto o acquisto di un immobile, dell’alimentazione, dei trasporti locali e di una assicurazione medica di base per non trovarvi immediatamente in condizioni economiche deficitarie. 

3) Se pensate vado in Brasile e mi cerco un lavoro probabilmente siete sulla strada sbagliata. Se non avete una professione altamente qualificata e una impresa disposta ad assumervi il lavoro dipendente vi deluderà molto, sempre che lo troviate. Gli stipendi sono bassi (il salario minimo equivale a circa 220€ al mese) e per i posti di lavoro dipendente non altamente qualificato la concorrenza locale è grande. 

4) Se volete aprire una attività in proprio cercate di affidarvi ad onesti commercialisti locali e cercate un avvocato che possa schiarirvi tutti i dubbi circa la legislazione brasiliana, meglio se i professionisti sono Brasiliani perché spesso più onesti di molti “falsi amici italiani” che vi capiterà di incontrare durante la vostra esperienza in terra straniera. 

5) Mantenete sempre riserbo e discrezione. I Brasiliani sono un popolo latino e come tale generalmente ospitale e propenso al dialogo; almeno inizialmente evitate di raccontare tutta la vostra vita e soprattutto ciò che avete e non avete in Italia, non dimenticare il detto che “l’occasione fa l’uomo ladro” è una cosa che vi sarà molto utile. 

6) Se avete una grande capitale economico non ostentate ricchezza questo vi eviterà, oltre che di attirare l’invidia di vivere tranquillamente perché occorre ricordare che il Brasile è un paese “pericoloso” in cui la diseguale distribuzione della ricchezza contribuisce a renderlo un stato abbastanza “violento”. 

7) Siate sempre gentili con i vostri vicini e cercate di creare vincoli di amicizia con Brasiliani perché quando diventano tuoi amici ti considerano parte della famiglia e questo aspetto aiuta molto vivendo dall'altra parte del mondo. 

8) Armatevi di pazienza. La burocrazia brasiliana è lenta, complessa e complicata anche più della burocrazia italiana. 

9) Imparate le basi del portoghese prima di venire qui, vi aiuterà a farvi accettare meglio e a capire il perché di molte situazioni che sono lontane dal nostro modo di pensare e vivere. 

10) Non credete all'amore e alla passione a prima vista, vi aiuterà a limitare le delusioni sentimentali. Questo consiglio è soprattutto rivolto agli uomini che spesso vengono travolti dalle attenzioni delle donne locali. Sfortunatamente molti Italiani mi scrivono di grandi delusioni ma io semplicemente chiedo: se la ragazza non fosse stata brasiliana sarebbe accaduta la stessa cosa? Prima di mettervi in situazioni sconvenienti cercate di conoscere la persona e la famiglia, questo vi eviterà di vivere situazioni spiacevoli. 

11) Se possibile non chiedete prestiti in denaro a banche e istituti di credito perché gli interessi sono estremamente alti soprattutto sulle carte di credito; evitate di comprare a rate a meno che non sia specificato “senza interessi” (sem juros). 

12) Se vorrete aiutare istituzioni di bambini carenti visitatele personalmente, non offrite soldi ma pagate parte de loro costi (luce, acqua, ecc) o portate alimenti. Sfortunatamente ci sono molte persone disoneste che approfittano di questa situazione per arricchirsi senza scrupoli. 

13) Se avete figli cercate una scuola valida, generalmente privata, perché purtroppo il sistema scolastico locale è generalmente carente. 

14) Non dimenticatevi mai che siete Italiani e che agli occhi dei Brasiliani rappresentate il nostro paese, tutto ciò presuppone onestà e responsabilità: comportatevi di conseguenza.
 
15) Vivete la vostra esperienza brasiliana senza fare continui paragoni con l’Italia, soprattutto quando si presenteranno alcune difficoltà che sempre arrivano. Il Brasile è una cosa e l’Italia un’altra così come i Brasiliani sono diversi dagli Italiani: una cosa ovvia che spesso molti dimenticano. 
È abbastanza noioso sentire un Italiano parlare sempre male dell’Italia anche quando non ci sono i presupposti (vedi punto 14) oppure parlare male del Brasile sotto ogni aspetto perché la domanda più ovvia che ogni persona sensata si porrebbe è: “Perché non ritorni al tuo paese dal momento che qui nulla funziona e ti soddisfa?

Questi sono alcuni aspetti che vi aiuteranno a vivere meglio la vostra esperienza di Gringo ma la cosa più importante di tutte è sapere che il Brasile non è un paese “economico”, se partite con l’idea che con pochi euro potete aprire un bar in spiaggia siete sulla buona strada per ricevere grandi delusioni. 

Giusto per vostra informazione un bar di medio porte sul lungomare di Salvador costa in media l’equivalente di 100.000 € che oggi giorno come direbbe il Principe Antonio De Curtis “non sono bruscolini”. 

Preparatevi, informatevi ma soprattutto sognate con responsabilità perché non sempre l’erba del vicino è più verde della nostra.

P.S. Se pensi che questo post possa essere utile ai tuoi conoscenti condividilo pure sui social network utilizzando i pulsanti qui sotto. Lo apprezzerò molto. Grazie


Foto: Google Search



Il sogno di molti è da sempre sapere con assoluta certezza se chi ci sta di fronte sta mentendo o meno. 
Due domande sorgono spontanee: queste tecniche sono davvero efficaci? Chiunque di noi può impararle e utilizzarle per scoprire chi mente tra le persone che conosciamo? 
Prezzo: SCARICA GRATIS
Condividi su Google Plus

About Diego Trambaioli

    Commenta con Google+
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta a Inviami notifiche per essere avvertito via email di nuovi commenti al post.