Il Maracanã tra Mito e Storia.

Maracanã : il tempio del calcio

Città: Rio de Janeiro, Brasile 
Club: Botafogo, Flamengo, Fluminense, Vasco da Gama
Costruzione: 1950 
Partita inaugurale: Rio de Janeiro-San Paolo 
Capienza: 92.000 (attualmente 78.838) posti a sedere 
Progetto: Arch. Paulo Pinheiro Guedes, Rafael Galvao, Pedro Paulo Bernardes Bastos, Orlando Azevedo, Antonio Dias Carneiro 
Proprietà: Comune di Rio de Janeiro e CBF

MARIO FILHO conosciuto in tutto il mondo come Maracanã è il primo stadio al mondo per dimensioni della struttura con i suoi 304.284 m² e senza dubbio rappresenta il più famoso impianto sportivo del pianeta.

Strutturalmente parlando, il Maracanã ha una pianta circolare con accessi in direzione nord e sud, due anelli, ed al suo interno comprende il Museo dello Sport intitolato all'ala brasiliana più famosa del mondo, Garrincha. Il manto erboso è circondato da un fossato profondo 3 metri.
La proprietà dell'impianto è a metà fra la prefettura di Rio de Janeiro e la CBF(Federcalcio brasiliana).

Uno dei particolari più significativi dell'impianto è quello di avere 20.000 posti coperti del primo anello - le cosiddette cadeiras perpetuas - che su idea dell'allora vicepresidente della FIFA e del presidente della FIGC Ottorino Barassi (che supervisionò i lavori di costruzione) furono venduti in anticipo nel 1948 come abbonamenti speciali per finanziare la costruzione dello stadio, e che danno tuttora diritto ai possessori degli stessi ad assistere gratuitamente a tutte le partite giocate al Maracanã per 100 anni fino al 16 giugno del 2050.
Per questo motivo il numero di biglietti venduti per le partite è sempre inferiore di 20.000 unità.

Costruito originariamente con una capienza di 300.000 spettatori (280.000 a sedere non numerati nel secondo anello, 30.000 a sedere numerati nel primo e altri 30.000 in piedi nel parterre), ha ospitato anche un numero di spettatori pari a 350.000, un record mondiale ancora imbattuto per gli sport di squadra. Successivamente l'impianto ha visto la sua capienza diminuire gradatamente per le nuove norme di sicurezza. Dopo le recenti opere di ridimensionamento, dunque, la capienza attuale del Maracanã è scesa a 78.838 posti a sedere. Pur essendo stato superato in termini di capacità da altri stadi di nuova generazione, resta comunque l'impianto più grande del mondo a livello strutturale.

Il Maracanã fu inaugurato il giorno 16 giugno 1950 nel match tra le rappresentative di Rio de Janeiro e San Paolo, terminata 1-3 in favore degli ospiti. Nato dallo spunto dell'architetto Paulo Pinheiro Guedes per ospitare il primo mondiale di calcio del dopoguerra, in occasione della finale dell'edizione del 1950 lo stadio ospitò più di 227.000 spettatori.  Nel 1964 fu ribattezzato "Estadio Mario Filho", giornalista che appoggiò con grande entusiasmo la sua costruzione, prima di diventare ufficialmente Maracanã, in onore sia del fiume che scorre nel quartiere sia di una specie di pappagalli presente nella zona.

In questa struttura Pelè realizzò su rigore il suo millesimo gol nella partita fra il suo Santos ed il Vasco da Gama (2-1) il 19 novembre 1969. Dopo circa 9 mesi di lavori di ristrutturazione, i supporters brasiliani hanno potuto assistere alla parziale riapertura dello stadio il 22 gennaio 2006 in occasione del derby Botafogo-Vasco da Gama 5-3.
Al Maracanã si sono disputate le gare di cartello che necessitano di impianti più grandi di quelli di proprietà delle squadre di prima divisione di Rio (Botafogo, Flamengo, Fluminense e Vasco da Gama), oltre a molti della nazionale di calcio brasiliana.
Nel 2000 lo stadio ha anche ospitato le partite più importanti della prima edizione del Mondiale per Club.

Il 2 luglio 2008, dopo 10 anni è tornato ad ospitare una finale della Coppa Libertadores, essendo la sede del match di ritorno tra Fluminense e LDU Quito.
Teatro di molti importanti concerti tra i quali spiccano quelli di Frank Sinatra, Julio Iglesias, Kiss, Paul McCartney e Madonna, il Maracanã è stato scelto come luogo delle visite di Papa Giovanni Paolo II in Brasile nel 1980 e nel 1997.


Lo stadio totalmente ristrutturato ha ospitato la finale della Coppa del Mondo del 2014 vinta dalla Germania per 1-0 contro l'Argentina e sarà teatro dell'inaugurazione dei Giochi Olimpici Rio 2016.

Foto: Google Search

Condividi su Google Plus

About Diego Trambaioli

    Commenta con Google+
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta a Inviami notifiche per essere avvertito via email di nuovi commenti al post.